Quattro elementi contraddistinguono il nostro modo di lavorare.


Un progetto, un piano, una politica di sviluppo locale efficaci devono partire da un’analisi attenta e approfondita del contesto di riferimento. Quest’analisi permette infatti di definire in maniera oggettiva, chiara e specifica le caratteristiche (sociali, economiche, ambientali, progettuali, storiche) del contesto nel quale l’intervento andrà ad operare.


Un progetto, un piano, una politica di sviluppo locale possono essere definiti e costruiti in maniera efficace solo se si sa ascoltare veramente bene. Bisogna saper ascoltare i diversi punti di vista, bisogna saper ascoltare le parole e quello che le parole nascondono o non sanno esprimere. Bisogna saper comprendere i significati delle parole usate, senza dare per scontato che abbiano lo stesso significato per tutti.


Un progetto, un piano, una politica di sviluppo locale è tale solo se condiviso tra i vari enti ed soggetti coinvolti nella sua ideazione, attuazione, tra quelli che saranno protagonisti delle ricadute e tra coloro alle cui esigenze risponde. Questo per noi è fondamentale e la pratica ce lo conferma di giorno in giorno: un progetto condiviso è un progetto più forte, che può contare su più energie e con alti livelli di integrazione.


Un progetto, un piano, una politica di sviluppo locale non possono produrre ricadute concrete se non sono definiti secondo criteri di sostenibilità economica, ambientale e sociale, criteri di reale fattibilità ed efficacia. Noi pensiamo che ogni azione debba esser pensata e realizzata nel rispetto delle risorse, delle persone e dei contesti coinvolti.